Il Mef risponde sul Fondo di solidarietà dei mutui per l’acquisto della prima casa


Con particolare riferimento al Fondo di solidarietà dei mutui per l’acquisto della prima casa (Fondo Gasparrini) di cui all’art. 2, comma 475 e ss della Legge 24 dicembre 2007, n. 244, si riportano di seguito le FAQ che sono state oggetto di intervento da parte del Ministero dell’Economia e delle Finanze. (ASSOCIAZIONE BANCARIA ITALIANA – Circolare 27 luglio 2020, n. 1633).

Come posso ottenere la sospensione del mutuo sulla prima casa?


Chi è in possesso dei requisiti previsti per l’accesso al Fondo deve presentare la domanda di sospensione alla banca. Grazie alle innovazioni introdotte dalla legge di conversione del Decreto Liquidità, la Banca, verificata la completezza e la regolarità formale dei documenti presentati, sospende immediatamente l’addebito delle rate del mutuo ed inoltra la richiesta a Consap (società pubblica che gestisce il Fondo per conto del MEF). Consap esamina la domanda e comunica la propria risposta entro 20 giorni, trascorsi i quali la domanda si intende accettata (silenzio-assenso). Se la richiesta viene rigettata prima dei 20 giorni la Banca ricomincia ad addebitare le rate del mutuo a partire da quella successiva alla domanda di sospensione.


Il meccanismo del silenzio-assenso per l’approvazione delle richieste di accesso al Fondo Gasparrinii introdotto in sede di conversione del decreto legge 23/2020 si applica anche alle domande già presentate?


Sì, a partire dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del decreto-legge 23/2020 (6 giugno 2020), purché siano state presentate alla propria banca a partire dal 28 marzo 2020.


Ho presentato domanda di accesso al Fondo Gasparrinii per la sospensione del mutuo prima casa prima della conversione del decreto-legge 23/2020. La mia domanda è ancora in corso di esame e la Banca continua ad addebitarmi le rate di mutuo. Posso pretendere dalla Banca la sospensione delle rate nelle more dell’esame da parte del Fondo?


Le modifiche previste dal decreto Liquidità (23/2020), entrate in vigore il 6 giugno 2020, si applicano alle domande pervenute alle banche a partire dal 28 marzo 2020. Pertanto tutte le domande presentate dopo quella data beneficiano della sospensione automatica.


Ho presentato domanda di accesso al Fondo Gasparrini per la sospensione del mutuo prima casa. La Banca è tenuta a sospendere subito l’addebito delle rate?


Sì, con la conversione in legge del decreto-legge 23/2020, entrata in vigore il 6 giugno 2020, è stata prevista la sospensione immediata delle rate di mutuo a fronte della sola presentazione della domanda.


Quali agevolazioni pubbliche inibiscono l’ammissione al Fondo per la sospensione dei mutui sulla prima casa?


Sono esclusi dalla sospensione solo i mutui con agevolazioni pubbliche (es. contributo agli interessi, garanzie o contributi a fondo perduto) che risultino attivi alla data della presentazione della domanda. Sono invece ammissibili alle prestazioni del Fondo i mutui che hanno fruito in passato di contributi o altre agevolazioni pubbliche che, tuttavia, non sono più attivi all’atto della presentazione della domanda, nonché i mutui che hanno fruito e fruiscono ancora della garanzia del Fondo Prima Casa.